PSICOGENEALOGIA e INTERPRETAZIONE DEI SOGNI (2)

Pubblicato il da maura saita

Magritte

Seguito del blog precedente sui sogni: in psicogenealogia i sogni ci mostrano una "via" per comprendere i messaggi dell'inconscio che riguardano la storia dei nostri antenati.

L'ipotesi della psicogenealogia junghiana® è che il ricordo del passato dei nostri avi si trovi nell'inconscio collettivo e familiare. 

Interpretare i sogni significa, secondo Jung, sopratutto comprendere il liguaggio dei i simboli con cui l'inconscio ci parla e questo è possibile tramite le libere associazioni.

ASSOCIAZIONI

Per ciascuno dei simboli presenti nel sogno l'inconscio è pronto a fornire le associazioni, cioè le chiavi di lettura, necessarie a comprendere il significato del messaggio.

Il lavoro comincia verbalizzando in modo spontaneo le associazioni che le immagini del sogno (luoghi, persone, oggetti, ecc.) ci suggeriscono.

Quale sentimento quell'immagine ci ispira? Cosa mi viene alla mente spontaneamente davanti a questa parola?

L'associazione può essere qualsiasi parola ci venga allo spirito liberamente e senza censure di alcun tipo. Anche, e sopratutto, se ci sembra assurda, priva di senso, stupida.

Bisogna continuamente accertarsi che ciascuna associazione (generalmente 3 o 4 per simbolo) si riferisca all'immagine di partenza e non all'associazione che la precede, cioè che non si concatenino tra di loro.

Le associazioni possono essere in rapporto con espressioni popolari o familiari, trovarsi all'interno di qualche cosa che si è letto, ascoltato o visto ma possono anche non avere alcun nesso con qualche cosa di necessariamente spiegabile con una logica comune.

Bisogna poi scegliere l'associazione più pertinente quella che tra le altre può svelare il messaggio simbolico del sogno e per fare questo é necessario ascoltare il proprio io profondo per permettere che affiori quella giusta.

 

Il simbolo del sogno ha come funzione di farci reagire, di risvegliarci a qualche cosa ed è legato, secondo Jung, a sistemi di energia profondamente seppelliti nel nostro inconscio. Quando si stabilisce una connessione (associazione) molto vicina alla sorgente di energia è come quando un polo negativo e uno positivo di un filo elettrico vengono messi in contatto e producono delle scintille. È quello che gli anglofoni chiamano insight o illuminazione. I francesi parlano di "fare clic" nella testa e noi di una lampadina che si accende e illumina il buio della coscienza permettendoci di vedere quello che credevamo ignorare.http://psicogenealogia-costellazioni.it/article-homepage-psicogenealogia-e-costellazioni-psicogenealogiche-124629927.html

Un altro metodo per trovare le associazioni che ci interessano é  quello che viene chiamato "amplificazione archetipica" che consiste nel cercare delle informazioni sugli archetipi o simboli universali che appaiono nei sogni, nei miti, le favole e le antiche tradizioni. Ricordandosi sempre che comunque, come ha scritto Jung in L'uomo e i suoi simboli : "Nessun simbolo che appare in un sogno può essere considerato esterno allo spirito che lo sogna".

Psicogenealogia: LINK

Maura Saita Ravizza

Torino

3409345394

maura.saita@libero.it

Commenta il post